La Via del Sale

09 Marzo 2021
Wild Trek
Categorie
Tags

Per noi che abitiamo in Oltrepo questo cammino sulle antiche mulattiere di crinale (le Vie del Sale o del Mare che dir si voglia) che collegano la Pianura Padana alla Riviera Ligure, attraversando l’Appennino, sono un must. Ogni escursionista oltrepadano che si rispetti deve averla percorsa almeno una volta nella sua vita, o almeno averla nella top10 della sua Bucket List. Io per prima sono cresciuta con l’idea che “Un giorno dovrò fare la Via del Sale!” come se fosse una sorta di rito di passaggio. Adesso che sono grande, e come lavoro faccio la Guida Escursionistica Ambientale, ho imparato che questo splendido cammino (come tutti gli altri del resto) non è da fare come se fosse una prova o una dimostrazione delle proprie capacità; è da percorrere con lentezza, come faccio ormai per ogni cosa: voglio farti vivere il viaggio, non semplicemente la meta. Chi mi conosce lo sa, non critico assolutamente chi cerca la performance o la sfida, semplicemente scelgo di percorrere il cammino con occhi diversi, camminando consapevolmente, prendendomi tutto il tempo necessario per godere a pieno dei panorami e delle atmosfere di questo affascinante percorso di crinale.

via del sale

Io forse ho un motivo in più per affrontarlo in modo diverso, ma credo sia un’esperienza che possa arricchire tutti. Qualche anno fa, mentre guardavo l’alba della mia nuova vita sulla cima del Monte Ebro, ho capito che ero stanca di correre e di non avere mai tempo per nulla. Guardando i profili di quelle cime ho promesso a me stessa che, il giorno in cui avrei percorso quel cammino, sarebbe stato per imparare qualcosa, e così è stato. Ho imparato, tra le tante cose, che la vita non aspetta nessuno ma vuole attenzione e bisogna fare buon uso del tempo che abbiamo; ho imparato quanto è vera la frase “Puoi dire di essere stato in un posto solo se ci sei andato a piedi”, quanto siamo distratti dalla frenesia del quotidiano, tanto da non riuscire più a godere di ciò che ci circonda. La Via del Sale per me resterà sempre un cammino di trasformazione, e non ha importanza quante volte la (ri)farò perché ogni volta troverò qualcosa di diverso.

cerreto

Cos’è la Via del Sale

E’ un cammino che porta con se un passato importante. Come dice il nome stesso, Via del Sale, era l’antico percorso attraverso cui questo bene prezioso veniva trasportato dal mare alla pianura attraverso l’Appennino. Queste mulattiere di crinale ripercorrono l’antico cammino utilizzato dai mercanti e, camminando di cima in cima, attraverserete anche voi questo antico sentiero. Il cammino completo va da Varzi a Portofino, ma esistono diverse varianti in discesa verso il mare e si possono raggiungere anche Sori, Recco, Camogli, e Santa Margherita Ligure. E’ lunga circa 85 km, ha un dislivello in salita di circa 3600 m e un dislivello in discesa di circa 4000 m. A seconda della destinazione finale che avete scelto saranno necessari 3 o 4 giorni di cammino.

Sfatiamo il mito (come troverete in molti blog e recensioni) che la Via del Sale è un cammino per tutti. L’affermazione corretta è questa: è adatto a tutti..quelli che fanno escursionismo regolarmente, quindi che hanno un discreto allenamento sulle gambe, o che magari abbiano già provato trekking di più giorni. Se invece non siete escursionisti o non siete abituati a camminare per più giorni, con dislivelli a volte impegnativi e con uno zaino da più giorni sulle spalle, sarà necessaria un po’ di preparazione fisica prima di partire.

bosco

Dove andiamo

L’itinerario classico parte da Varzi (PV) e in 3 giorni ci porterà fino a Sori (GE), attraversando per intero l’Appennino delle Quattro Province. Dalla Pianura Padana al Mar Ligure, alla scoperta di uno degli itinerari più belli dell’Oltrepo e non solo.

Scopri il programma dettagliato della Via del Sale classica.

Ma noi siamo andati oltre! Abbiamo creato un nuovo itinerario che da Voghera arriva fino a Varzi – punto di partenza della Via del Sale classica, attraversando le dolci colline della Valle Staffora. Due giorni in più di cammino, per ridare vita ad antichi sentieri perduti, ricchi di storia e natura, e per scoprire l’anima autentica dell’Oltrepo Pavese prima di proseguire verso il mare.

Scopri il programma dettagliato della Via del Sale XXL.

Guarda il calendario per sapere le date del prossimo cammino o, se sei curioso, guarda le foto sulla nostra pagina Facebook!

Giorgia Ricotti – Wild Trek Team

Foto: © Wild Trek – Avventure in cammino

Articolo precedenteNelle terre d’IslandaArticolo successivoParc National de la Vanoise

Articoli correlati

Marzo amoroso
09 Marzo 2021
Wild Trek
Categorie
Tags
Logo AIGAE
--Privacy Policy
© 2021 Wild Trek - Tutti i diritti riservati